Fasi salita in sella monta inglese e maericana

Salire e scendere dal cavallo

Capita spesso di dare tanta attenzione a come si sta in sella o come si sta vicino al cavallo, ma nel mezzo tra lo stare a fianco on in schiena, ci sono due fasi:

  • Salire a cavallo si dice MONTARE;
  • Scendere da cavallo si dice, invece, SMONTARE.

Questi due termini (montare e smontare) si utilizzano indipendentemente da fatto che si sti utilizzando una sella o meno.

Esistono diversi modi e diversi aiuti che si possono usare per salire sul cavallo.

Perché si sale da sinistra?

Regola vuole che a cavallo si salga sempre da sinistra, così come da sinistra si scende, da sinistra si porta il cavallo alla lunghina e così via.

Questa regola viene tramandata fin dagli albori dell’equitazione.

Ci sono vari motivi e varie teorie per cui si usa salire a cavallo sempre da sinistra: alcune teorie sostengono che l’occhio sinistro del cavallo sia più sviluppato, mentre teorie più certe provengono dall’addestramento militare quando i soldati portavano le armi (spade, lance eccetera) a sinistra e quindi non potevano certo ferire il cavallo salendo in groppa.

È pur vero che con cavalli tranquilli e addestrati, si può salire anche da destra, specialmente se si è mancini. Infatti altre teorie sostengono che il fatto di destrorso sia più facile darsi lo slancio con la gamba destra; di conseguenza per i mancini può essere più facile salire da destra.

Prima di salire a cavallo

Ecco una checklist di cose da fare prima di salire a cavallo:

  • Mettersi il cap (è un casco di sicurezza necessario a prevenire eventuali traumi alla testa in caso di cadute);
  • Stringere il sottopancia della sella altrimenti nel momento della salita la sella potrebbe girarsi e diventerebbe impossibile salire, nonché doloroso per il cavallo;
  • Abbassare e regolare la lunghezza delle staffe (di solito va bene prendere la misura in base al braccio, mettendo la mano stesa dove la staffa è legata alla sella e portare la staffa fino a sotto le ascelle);
  • Prendere le redini nella mano sinistra (se si sale da sinistra, altrimenti nella mano destra), con la redine interna leggermente più corta; questo perché se il cavallo si muove, è forzato a muoversi intorno a noi quantomeno invece che andare altrove);
  • Assicurarsi di non avere lacci lunghi o sciolti che potrebbero incastrarsi con la sella.

Gli aiuti per salire in sella

Finché il cavallo è uguale o più basso di noi non ci sono problemi a salire, basta solo lo slancio, ma se il cavallo è molto più alto di noi?

Esistono alcuni trucchi o aiuti per far salire chiunque a cavallo.

Ci sono cavalli rari, molto intelligenti e disponibili che si abbassano per far salire il cavaliere in schiena e poi si rialzano.

In ogni scuola di equitazione dove ci sono principianti o dove si fa riabilitazione equestre o ci sono bambini dovrebbe esserci una scaletta o una pedana in legno, solitamente già in campo.

Se ciò di cui si ha bisogno è giusto qualche centimetro in più e non ci sono scalette a disposizione, con un po’ di ingegno, si può trovare un posto dove ci sono piccoli o montagnette di sabbia, dove comunque c’è una parte più alta e fermare il cavallo nella parte più bassa.

Seppur pericoloso, ma in molti sfruttano la staccionata del campo per essere più alti e poter salire sul cavallo.

Salita assistita

Se non si è solo ci si può far aiutare da qualcun altro per salire a cavallo.

L’assistente prende con due mani la vostra caviglia sinistra, quando siete pronti vi da un piccolo slancio e contemporaneamente voi dovrete alzare la gamba destra e portarla all’altro lato del cavallo passando per sopra la groppa, ma senza toccarla.

L’assistente lascia la vostra caviglia appena siete riusciti a sedervi sulla sella.

Montare: salire a cavallo

Eseguita la check-list prima di salire a cavallo, quando siamo pronti possiamo tentare di salire al cavallo.

Il cavallo deve essere fermo, senza capezza e dobbiamo avere bene le redini in mano, quindi devono essere passate prima sul collo se non lo erano.

Ci posizioniamo di fianco al cavallo, mettiamo la mano sinistra sull’arcione ed infiliamo la punta del piede sinistro nella staffa. A questo punto ci diamo lo slancio, facciamo pressione verso il basso sulla staffa sinistra, alziamo la gamba destra da terra, ci incliniamo con il busto in avanti e passiamo la gamba destra da sopra la groppa del cavallo senza toccarlo fino a raggiungere l’altra staffa.

A questo punto, a busto dritto possiamo sistemarci sia le redini che le staffe.

A cavallo fermo, è possibile anche stringere ulteriormente il sottopancia e allungare o accorciare le staffe.

Importante: quando si sale in sella, non bisogna sbattere con il sedere sulla sella: sarebbe un duro colpo alla schiena del cavallo.

Per evitare di sbattere con il sedere sulla sella, ci si siede lentamente, mantenendosi in equilibrio stringendosi alla sella con le gambe e l’interno coscia.

Monta inglese - salire in sella alzando la gamba destra
Contributo di Rosy Postiglione

Montare in appoggio

Un cavaliere o amazzone più esperto, non dovrebbe nemmeno sfruttare la staffa per darsi lo slancio, ma dovrebbe invece montare in appoggio.

Montare in appoggio significa non mettere subito la staffa, ma spingere con la gamba sinistra verso il cavallo e darsi lo slancio per passare la gamba destra, restando aderente alla sella. Le staffe verranno messe soltanto una volta seduti.

Vale sempre la regola di non fare movimenti bruschi e di non sbattere sulla sella sia che si tratta di un cavallo tranquillo e soprattutto se è un cavallo più sensibile.

Scendere da cavallo

Esistono due modi per scendere da cavallo: a bandiera e alla principessa.

Il primo modo di smontare, cioè “a bandiera” consiste praticamente nel fare l’esatto opposto di ciò che si fa quando si sale a cavallo:

  • Si ferma il cavallo
  • Si mettono entrambe le redini nella mano sinistra (se si scende da sinistra) mantenendo comunque il contatto con la bocca del cavallo;
  • Si tolgono le staffe, restando con i piedi appesi;
  • Ci si inclina con il busto
  • Si ruota la gamba destra passandola da sopra la groppa del cavallo senza toccarlo
  • Ci si lascia cadere con i piedi a terra (può essere doloroso se il cavallo è troppo alto e si tocca a terra prima con i talloni; meglio toccare prima con le punte e poi abbassare i talloni).

Le principesse, invece, scendevano da cavallo diversamente.

  • Si passa la gamba destra per sopra il collo del cavallo
  • Ci si lascia scivolare

In questo modo notiamo alcune cose:

  • Non si possono tenere le redini in mano
  • Si scende di schiena al cavallo, mentre scendendo a bandiera si scivola con la pancia contro il cavallo.

Sono nato nel '95 in un paese della Basilicata. Ho iniziato a praticare equitazione dalle scuole elementari. Nel 2014 mi sono diplomato come perito elettrotecnico. Mi sono iscritto poi alla facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche all'università. Mi occupo di sviluppo web da autodidatta fin da quando ho avuto il mio primo computer. Mi occupo oggi di blogging, sviluppo siti web e montaggio video. Ho pubblicato un manuale di equitazione intitolato Pronti In Sella e due manuali di sviluppo web base.

Lascia un commento